Massimo Armanini

Massimo Armanini

Biografia Executive Manager

Massimo Armanini è un professore universitario e manager con un'esperienza consolidata in materia di M&A, privatizzazioni e quotazione delle società sul mercato. Dopo aver conseguito nel 1985 la laurea con lode in Economia e Commercio all'Università di Parma e nel 1988 la Borsa di Studio "Enrico Mattei" di Eni, si consegue il Master in Business Administration (MBA), presso la Wharton Business School di Philadelphia nel 1991. Inizia a ricoprire incarichi dirigenziali sin dalla fine del suo percorso di studi, quando, sempre nel 1994, diventa Managing Director Divisione Merger & Acquisition di UBS. La caduta del Muro di Berlino e la riapertura dei mercati dell'Europa orientale sono l'occasione per Massimo Armanini di porre le proprie competenze al servizio di diverse nuove società attive nell'est Europa. Nello stesso anno segue infatti per conto del governo della Polonia la privatizzazione del settore dei gas tecnici (Polgas), mentre successivamente, nel 1995, collabora anche con il governo croato, portando a compimento la privatizzazione di Pliva, società attiva nella produzione di farmaci, rivestendo per questa il ruolo di Presidente del Consiglio di Sorveglianza per un decennio. Nel corso degli anni '90 partecipa alla quotazione in borsa di Adidas e di CSP, alla fusione tra Sandoz e Ciba Geigy, da cui ha vita Novartis, tra Cariplo e Banco Ambroveneto, oggi Banca Intesa, e le privatizzazioni di Nuovo Pignone e Cementir. Ha guidato l'IPO di EVC, una joint venture tra Eni e ICI, e la cessione di Rio Colorado da parte di Saipem. Dal 1998 a fine 1999 ha ricoperto l'incarico di Amministratore Delegato di Beatrice Food Dairy and Bakery Canada, mentre nel triennio 2000 - 2002 è passato alla guida di Jumpy, internet company del gruppo Fininvest/Mediaset, sempre nel ruolo di AD. In seguito ha fatto parte della divisione Investment Banking di Deutsche Bank a Londra, con l'incarico di Managing Director, curando le cessioni di Piaggio, Excite, Galbani, l'acquisto per Telecom Italia delle attività tedesche di AOL cedute da Time Warner, collaborando inoltre anche con ENI e Fastweb, di cui ha curato l'aumento di capitale e la cessione a Swisscom. Dal 2007 al 2012 Chief Investement Officier e membro del C.d.A. di Pacific Capital, Hedge Fund con un asset in gestione di oltre 1 miliardo di dollari, è stato Presidente e Amministratore Delgeato di Siirtec Nigi Holding. Oggi è CEO di Crescita Holding, socio fondatore e membro del Consiglio di Amministrazione di Crescita Spa, Special Purpose Acquisition Company (Spac) quotata a Milano. In ambito accademico, oltre alle numerose pubblicazioni inerenti alla teoria del portafoglio e in materia di privatizzazioni, Massimo Armanini è Professore Incaricato di Finanza presso l'Università LIUC di Milano, istituto nel quale è titolare dei corsi in Financial Investments e Hedge Fund Management.

Massimo Armanini
Socio Fondatore
Crescita S.p.A.
Finanziario
Milano
MI
20121
347

EN

Articoli

Risorse online

No Entries
Categories Title Hits

Collegamenti

Documenti

No Entries
Categories Title Downloads

Rss

Foto

Totale numero di immagini: 12

MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI
MASSIMO ARMANINI
  • MASSIMO ARMANINI

Video