Referendum Costituzionale: Carlo Malinconico spiega le ragioni per il SI



Le ragioni del SI al Referendum Costituzionale: Carlo Malinconico si espone a favore della riforma in un intervento tenuto nel corso di un incontro organizzato dal Comitato del SI di Cava De’ Tirreni, in provincia di Salerno.

Carlo Malinconico: l’importanza della riforma costituzionale nell’ottica del cambiamento
Il prossimo 4 dicembre gli italiani saranno chiamati a votare al Referendum Costituzionale, un’occasione importante per esprimere il proprio punto di vista sulla necessità o meno del cambiamento. In questo periodo si sono quindi alternati i sostenitori del SI e del NO per fare chiarezza sulle motivazioni di tale scelta e per offrire gli strumenti necessari e un’informazione che sia la più corretta possibile. Sull’argomento si è tenuto l’incontro “La riforma costituzionale: le ragioni di una scelta”, organizzato dal Comitato del SI di Cava De’ Tirreni. A sostegno della necessità di un cambiamento, è intervenuto Carlo Malinconico, docente presso l’Università Tor Vergata di Roma. Le ragioni per il SI stanno, secondo l’avvocato, nel mutamento verso una migliore governabilità del sistema, assicurata dalla presenza di un’unica Camera. Aspetto al quale si accompagna la modifica del titolo quinto della Costituzione, legato alle autonomie regionali, che riporterà importanti questioni al centro. Malinconico sottolinea l’importanza del cambiamento perché il sistema, così com’è, non funziona e quindi bisogna sperimentare un modello differente.

Attività, competenze e percorso professionale di Carlo Malinconico
Nato a Roma nel 1950, Carlo Malinconico si laurea in Giurisprudenza nel 1972 presso l’Università degli Studi di Milano. Nel 1976 supera l’esame di abilitazione all’esercizio della professione legale presso la Corte d’Appello di Milano e diventa Procuratore dello Stato e Uditore Giudiziario, assumendo quattro anni più tardi anche il ruolo di Avvocato dello Stato. Il 31 dicembre 1983 viene nominato Consigliere dello Stato, incarico che svolge nell’arco di un ventennio. Dal 1986 al 1990 è anche Consigliere Giuridico per gli uffici legislativi dei più importanti Ministeri. In virtù delle sue competenze, nel 1990 gli viene affidato il ruolo di Capo Legislativo per il Ministero delle Partecipazioni Statali e, successivamente, per il Ministero del Tesoro. Nel 1998 collabora in qualità di Esperto dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, assumendone la Direzione Generale tra il 2001 e il 2002. Segretario della Presidenza del Consiglio dei Ministri durante il secondo Governo Prodi, Carlo Malinconico è stato anche Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Governo Monti con delega all'Editoria, agli Affari Regionali e al Coordinamento Amministrativo. Titolare dello Studio Legale Malinconico, avviato nel 2003, è docente presso l’Università Tor Vergata di Roma. Nel 2005 è stato insignito dell’Onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
Price:
Contact:
Fonte:: Executive Manager Carlo Malinconico

See all ads from Carlo Malinconico
Data Annuncio: 2016-12-01
Referendum Costituzionale: Carlo Malinconico spiega le ragioni per il SI