Vito Gamberale al Convegno sulle TLC



L’Amministratore Delegato di F2i, Vito Gamberale, ha partecipato al Convegno organizzato da CIGL-SLC sulle TLC dal titolo “Made for Italy. Poste Italiane e Telecom Italia – Due aziende italiane per il sistema Paese”.
Nel corso del suo intervento, Vito Gamberale, si è pronunciato su alcune delle tematiche che interessano in questi giorni Telecom Italia, sostenendo che si tratta di una Società attraverso cui passa l’evoluzione del Paese. Vito Gamberale ha in particolare auspicato un serio interessamento da parte del Governo italiano alla situazione che Telecom Italia sta attraversando, ed ha manifestato scetticismo verso l’azionista spagnolo della Società, esprimendo la propria contrarietà al fatto che azionisti stranieri possano pagare i propri debiti con cash flow generato in Italia. A tale proposito, Vito Gamberale ha ricordato l’analogia con l’episodio che, nel 2006, lo aveva portato ad opporsi alla fusione con la spagnola Abertis e a lasciare Autostrade, di cui all’epoca era Amministratore Delegato. “La banda larga è ciò che sono state le autostrade negli anni ’60: non se ne può fare a meno”, ha aggiunto.
Negli anni Novanta, Vito Gamberale è stato tra i principali protagonisti del lancio della telefonia mobile in Italia. È stato infatti Amministratore Delegato di TIM – Telecom Italia Mobile, dall’anno di fondazione della società (1996), guidandola ad affermarsi come benchmark di settore a livello mondiale.
Attualmente, Vito Gamberale è alla guida F2i, acronimo di Fondi italiani per le infrastrutture, una SGR (Società di Gestione del Risparmio) che controlla due Fondi (Primo Fondi F2i e Secondo F2i) specializzati in investimenti in vari comparti delle infrastrutture ed è presente nel settore delle TLC attraverso Metroweb SpA, la società che detiene la più estesa rete metropolitana in fibra ottica d’Europa, con una presenza capillare soprattutto nell’area di Milano.
Price:
Contact:
Fonte:: Vito Gamberale

See all ads from Vito Gamberale
Data Annuncio: 2013-11-15
Vito Gamberale al Convegno sulle TLC